sabato 30 agosto 2008

Bye bye Alitalia?


Rieccoci rieccola !!!!!!!!!Oh no sempre lei Alitalia.
Non ne possiam più ormai.
Lo Psiconano sotto campagna elettorale non voleva svendere Alitalia ai francesi.Oggi la sezione attiva della società andrà niente meno che in mano alla cordata Colannino, vecchia e "buona"(?) conoscenza Telecom c'era anche il Gnutti con lui tra gli altri (tramite società Tecnost controllata a sua volta da Bell società lussemburghere tutto ciò per evitare di pagare più imposte in Italy da parte di lor signori). Partner estero ritorna la diffamata AirFrance, mentre la parte passiva con i debiti e più esuberi sapete chi se li accolla? chi se li accola? dai dai lo sai chi è?
Ma cara/o mia/o ma sei proprio tu.

mercoledì 27 agosto 2008

Guerra tra Mediaset e Youtube

Mediaset ha fatto causa a Google e You Tube, internet ha superato gli utenti della radio, le tv generaliste in italia anno dopo anno continuano a perdere ascolti, ma qual’è il valor aggiunto di internet rispetto ai network televisivi tradizionali? Con quest’ultimi i telespettatori rimangono passivi ad ogni cosa che viene trasmessa mentre con internet si può intergire,cercare la tematica che interessa, poter comunicare,commentare, scambiare opinioni,condividere file,filmati ecc.; in più la rete nel bene o nel male è liberà, tutti possono “entrarci” come ad esempio noi qui; nella Repubblica Italiana, la Rai, invece di essere televisione di stato, cioè pubblica, è televisione della partitocrazia, le altre tre reti Mediaset sono in mano ad unica società con maggioranza Fininvest cioè gruppo Berlusconi cioè Silvio Berlusconi che se non erro anche con la politica egli ha avuto ed ha a che fare . Il monopolio delle tv private italiane gratuite di Mediaset, non ha mai aperto spazi ad un vera concorrenza in Italia. Anche in Internet ci sono dei pesci grossi come il gruppo di Google(di cui fan parte YouTube-Blogspot ecc.), Microsoft che sta ancora cercando di comprarsi Yahoo, New Corporation società capeggiata da Murdoch che oltre ad essere proprietaria di tantissime piattaforme digitali satellitari private mondiali a pagamento (come SKY Italia, SKY Uk, Premiere Germania,Fox USA ecc.) ha già iniziato a far acquisti su internet come My Space, per non parlare del fenomeno E-Bay che è proprietaria anche di Skype e PayPal ecc. . Però nella rete quando nasce un pesce grande c’è ne sempre uno nuovo , magari più piccolo, che lo contrasta come ad esempio il programma di navigazione FireFox (software- opensource) contro il programma Internet Explorer (Microsoft). Internet è (a tutt’oggi) liberà, liberi noi con le nostre ragioni di dare magari qui un piccolo contributo.
Sta all’occhio

P.s. Quardalo il video sopra

domenica 24 agosto 2008

Perchè il Blog

Il web 2.0 sta cambiando il sistema comunicativo in internet e non solo, è per questo motivo che si è scelto il blog che in questo caso non sarà riferito ad un unico soggetto ma bensì vuol essere di tutti.
Nel blog verranno trattati e discussi argomenti di svariato genere come sport,spettacolo,politica,viaggi,arte,cronaca locale e non ecc.
Ma chi è che fornirà i contenuti (scritti,filmati,foto)?
Ma semplicemente sarai tu con i tuoi post, commenti, le tue mail e quant'altro.
Incominciamo dunque da qui.

I Blogger nel mondo stanno sempre più cambiando il modo di far informazione, Vi "posto" qui di seguito un articolo dal sito dell' AdnKronos:

Seul, 26 giu. (Ign) - Armati di laptop e videocamere mandano i loro post, con foto e video, sui blog. E fanno informazione e tendenza in tempo reale. Mettendo in crisi l'establishment locale, in un paese come la Corea del Sud, dove le pagine viste dei siti d'informazione raggiungono anche la quota record di 200 milioni di contatti al giorno. Sono i citizen journalist con gli occhi a mandorla del paese dell'estremo oriente, di nuovo in campo per bloccare l'accordo economico di libero commercio che Seul ha stretto con gli Usa.

Tale accordo prevede il ripristino dell'importazione di carne bovina dagli Stati Uniti e ha messo in allarme i coreani, spaventati dall'epidemia di mucca pazza che ha colpito gli Usa. Una presa di posizione che ha visto in piazza migliaia di persone per settimane, con manifestazioni animate dai blogger locali. Un tam-tam sulla rete che ha mobilitato giovani e meno giovani, tanto da portare il governo sull'orlo della crisi. Il portavoce dell'esecutivo ha detto, negli scorsi giorni: "Il primo ministro e tutti gli altri membri del gabinetto si assumono la responsabilità di quanto è accaduto e sono pronti a ritirarsi".

E proprio oggi, dopo il via libera alla ripresa delle importazioni, bloccate dopo le prime proteste dei consumatori, cortei e manifestazioni sono tornati a invadere le strade di Seul. Secondo molti la carne è ancora a rischio Bse. La ripresa dell'import segue l'accordo raggiunto a Washington, in base al quale i commerci saranno limitati alla sola carne proveniente da animali al di sotto dei trenta mesi di vita. La gente chiede invece di ridurre il limite a 20 mesi. Il ministero dell'agricoltura sudcoreano garantisce misure sanitarie molto più restrittive e un rigido controllo sulle nuove modalità concordate con gli Stati Uniti. Le rassicurazioni però non bastano. I manifestanti hanno già promesso resistenza a oltranza, dando vita alle proteste più imponenti degli ultimi 20 anni. "Prima erano i media tradizionali a scegliere ciò che era notizia e ciò che non lo era -spiega la citizen journalist Do Jung-Gwan-. Ma ora si cambia: noi facciamo le foto e le postiamo in rete. Questa è la nuova cultura che sta cambiando il modo in cui nel nostro paese si fa politica e informazione".

Negli ultimi giorni i principali quotidiani di orientamento conservatore sono stati attaccati duramente dai netizen, i quali hanno dichiarato battaglia all'informazione allineata sulle posizioni del governo.

venerdì 22 agosto 2008